Fernando Morena

Nando, idolo del Peñarol, non solo è il più prolifico goleador nella storia del calcio uruguaiano ma anche il secondo in quella della Libertadores.

more

Fernando Morena non iniziò a giocare nel Carbonero ma qui arrivò comunque ancora giovane, ventunenne, nel 1973 quando già aveva debuttato da professionista col River Plate a cui era si era trasferito dal Racing Club, entrambi uruguaiani.

Col Peñarol stabilì ogni tipo di record: 6 volte consecutive capocannoniere in campionato, subito dal ’73 fino al ’78, titolo ripetuto nel 1982, nonché 2 volte sempre di fila in Libertadores nel ’74 e ’75, per rifarlo quindi nel 1982. Altre perle sono i 36 gol segnati nel torneo locale del ’78 di cui 7 in una sola partita rifilati all’Huracán Buceo, primato ancora imbattuto al pari delle due occasioni in cui segnò 6 reti e altrettante in cui ne marcò 5.

Emigrato in Spagna a fine anni Settanta, dimostrò di essere un goleador di razza essendo miglior realizzatore prima del Rayo Vallecano e poi del Siviglia in due stagioni consecutive, per un totale di 48 centri uno dei quali valse al club ‘che’ la vittoria della Supercoppa Europea.

morena_cobre

E’ però un altro suo gol decisivo che sempre si ricorda, vale a dire quello segnato al Cobreloa al minuto 89 della seconda finale della Libertadores ’82, che diede il titolo continentale al Peñarol a cui nel frattempo era tornato grazie alla famosa campagna ‘A Morena lo traemos todos‘ consistente nella raccolta di 1 milione di dollari pari al valore del nuovo contratto per mezzo di una leggendaria colletta fra i tifosi. Quell’anno, sempre coi gialloneri, avrebbe poi vinto anche l’Intercontinentale dopo aver conquistato pure il campionato.

mo

Seguì quindi una breve esperienza argentina al Boca Juniors, dopo di che rientrò per la seconda volta al Peñarol dove si ritirò a dicembre ’84 pur non resistendo, due anni più tardi, alla tentazione di scendere di nuovo in campo con la maglia amata in una nuova Libertadores.

600

In totale ha segnato la strabiliante quantità di 667 reti, di cui 334 in incontri ufficiali fra competizioni nazionali e internazionali che hanno contribuito alla conquista di 7 campionati, 1 Libertadores e 1 Intercontinentale in giallonero oltre alla ricordata Supercoppa Europea col Valencia ma anche la Copa América ’83 con la Celeste.

Ha poi intrapreso brevemente la carriera di allenatore, ottenendo il titolo di Liguilla 2004 manco a dirlo sulla panchina del Carbonero. Attualmente cura le relazioni sportive e istituzionali sempre del Peñarol.

Per finire, un dato davvero sorprendente. Nonostante sia arrivato a essere uno degli idoli assoluti del club mirasol, da bambino era socio di quello bolso. Questo non gli impedì però di segnare 27 gol nei 49 scontri diretti che ha giocato col classico rivale, dei quali 21 vinti, 20 pareggiati e appena 8 persi.

Advertisements

About andreaciprandi

Mi chiamo Andrea Ciprandi e sono nato nel 1969. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (di recente riconosciuta dall'AFA e dalla gran parte dei mezzi di comunicazione proprio grazie al suo intervento). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece offre notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece raccolgo tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Scrivo inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. In passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Ho inoltre commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
This entry was posted in idoli and tagged , , . Bookmark the permalink.

One Response to Fernando Morena

  1. Pingback: Intervista a Padre y Decano | CARBOLSO

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s