Padroni dell’Uruguay

Nacional e Peñarol sono i dominatori del calcio uruguaiano spartendosi il 90% dei titoli nazionali.

uru_

Nel corso di 115 anni di campionato, con poche stagioni senza assegnazione del titolo, le due rivali hanno espresso un dominio quasi unico al mondo nonostante in epoca dilettantistica un terzo dei trofei in palio sia andato ad altre squadre.

Peñarol e Nacional aprono e ad oggi chiudono anche la serie dei campioni uruguaiani, essendo stato il Manya il primo (come CURCC) e ad oggi il Bolso l’ultimo. Ecco però che già a tale proposito entra in gioco l’eterna questione del ‘decanato: i gialloneri infatti ritengono propri anche i titoli conquistati proprio dal CURCC, che considerano essere lo stesso club attuale solo con una prima denominazione, mentre i tricolores a questa lettura storica si oppongono riconoscendogli esclusivamente quelli post 1914 risultando i più vincenti. Vale la pena ricordare che a tale proposito l’Asociación Uruguaya de Fútbol avalla la versione del Peñarol.

Un altro dato da tenere in considerazione è che nel 1923, ’24 e ’26 si disputarono dei tornei non riconosciuti proprio dall’AUF: i primi due disputati parallelamente a quelli ufficiali dalle squadre (fra cui il Peñarol) espulse per aver giocato con club argentini dissidenti, il terzo da considerarsi di transizione nell’ottica della riorganizzazione resasi necessaria dopo la scissione del ’23 che implicò anche la sospensione del campionato ufficiale del ’25.

46

Il Nacional ha ottenuto 46 titoli uruguaiani di cui 11 nell’epoca dilettantistica. Prestando fede alla versione per cui CURCC e Peñarol sarebbero due società distinte, il Bolso è il primo club a essere stato campione almeno due volte consecutive, avendo infilato nel corso della storia le seguenti serie: in 6 occasioni campione per 2 volte di seguito, in 4 per 3 e una per 4 e per 5 (quest’ultima fra il 1939 e il ’43). E’ quindi rimasto a secco di titoli al massimo per 8 stagioni consecutive, fra il 1984 e il ’91.

50_

Il sito ufficiale del Peñarol, per parte sua, riporta 50 titoli di campione uruguaiano includendo i 5 del CURCC e poi anche quelli del ’24 e del ’26 ottenuti rispettivamente nell’ambito della dissidente Federación Uruguaya de Football e del Consejo Provisorio prima della riunificazione sotto la AUF. Il Carbonero è stato primo campione in assoluto, quindi in epoca amatoriale, ma lo è stato anche nel ’32 vale a dire in quella professionistica, primato questo inattaccabile comunque la si pensi circa la vicenda del CURCC. Detiene inoltre il record di due quinquenni di titoli consecutivi (1958-62 e 1993-97), avendo anche inanellato altre 10 serie da 2, una da 3 e un’altra da 4. Il maggior numero di stagioni senza titoli invece è di 6, cosa che si è ripetuta 3 volte.

Per concludere questa panoramica, altri quattro dati interessanti. Il periodo più lungo durante il quale nessuno dei due club è stato campione è di appena 5 anni, dal 1987 al ’91, mentre il più lungo in cui solo i due hanno trionfato è di 43, dall’inizio del professionismo nel ’32 al ’75, con 23 titoli del Peñarol e 20 del Nacional non essendo stato assegnato quello del ’48. Ogni serie da 5 titoli consecutivi dell’uno o dell’altro, poi, è stata interrotta dall’eterno rivale. Dal ’94 a metà 2016, quindi, cioè da quando il campionato si è disputato con Apertura e Clausura con la possibilità di una finale per definire il campione si sono giocati il titolo in uno o più scontri diretti 7 volte, avendola spuntata in 5 occasioni il Peñarol e in 2 il Nacional.

Di seguito il dettaglio dei titoli (tutti) suddivisi a seconda delle diverse edizioni del campionato.

Era dilettantistica

Uruguay Association Foot-ball League: 1900-07, 6 titoli su 7 vinti da uno dei due club di cui 2 del Nacional e 4 del CURCC (Peñarol)
Liga Uruguaya: 1908-14, 2 su 7 di cui 1 del Nacional e 1 del CURCC
Asociación Uruguaya de Foot-ball: 1915-24 (nel ’25 non disputato), 10 su 10 di cui 8 del Nacional e 2 del Peñarol
Federación Uruguaya de Foot-ball: 1923-24, 1 su 2, del Peñarol
Consejo Provisorio 1926, 1 su 1, del Peñarol
Asociación Uruguaya de Foot-ball: 1927-31 (nel ’30 non disputato), 2 su 4, del Peñarol

Era professionistica

Formato europeo annuale: 1932-93 (nel ’48 interrotto per sciopero), 54 su 61 di cui 24 del Nacioanl e 30 del Peñarol
Formato sudamericano annuale (3 diverse versioni di definizione): 1994-2004, 10 su 11 di cui 4 del Nacional e 6 del Peñarol
Torneo Uruguay Especial: 2005, 1 del Nacional
Nuovo formato sudamericano su due anni solari: 2005/06-2015/16, 8 su 11 di cui 5 del Nacional e 3 del Peñarol
Formato Transición: 2016, 1 del Nacional

_._._._._._

NB: aggiornato a dicembre 2016

Advertisements

About andreaciprandi

Mi chiamo Andrea Ciprandi e sono nato nel 1969. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire da quelle dipendenti dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (riconosciuta dall'AFA ma per lungo tempo negata dalla gran parte dei mezzi d'informazione e di conseguenza anche degli appassionati). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece fra il 2013 e il 2017 ha offerto notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece fino al 2016 ho raccolto tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedevo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Ho scritto inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. Sempre in passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Infine ho commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
This entry was posted in titoli and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s