Hugo De León

El Patriarca è uno dei massimi idoli del Nacional, fra i giocatori più titolati di sempre in campo internazionale non solo nella storia del club ma anche in generale del calcio.

hdl

Come riporta il sito ufficiale del Tricolor, De León è stato un difensore centrale potente ed elegante nonché un referente costante.

hd

Arrivò al Nacional nel ’77 appena diciottenne. Qui giocò fino al 1981, quando passò ai brasiliani del Gremio per poi trasferirsi in sequenza a Corinthians, Santos e infine Logroñés in Spagna. Nel 1988 tornò quindi al Nacional per poi passare agli argentini del River Plate (più Botafogo di Rio de Janeiro e Toshiba in Giappone, ndr) e rientrare infine per la seconda e ultima volta al Bolso, dove si sarebbe ritirato nel ’93. Intrapresa la carriera di allenatore, ha diretto prima in Brasile e poi Messico e Uruguay, culminando questa sua seconda esperienza sportiva nel club del suo cuore fra il ’98 e il 2001.

n_deleon_entr

In totale, da giocatore ha vinto 4 campionati nazionali, 3 Libertadores, 2 Intercontinentali, 1 Interamericana e 1 Recopa più un Sudamericano giovanile e un Mundialito con la maglia della Celeste. Di questi trofei, in particolare col Nacional, nel corso dei suoi tre cicli con la blanca, 2 campionati, 2 Libertadores, 1 Intercontinentale, 1 Interamericana e 1 Recopa. Dalla panchina, quindi, altri 3 titoli nazionali tutti sempre col Bolso.

Fra i record che ha stabilito, come ricorda Pasión Libertadores, quello di essere stato campione del Sud America e del mondo con due squadre diverse e sempre da capitano. Con una ciliegina: prima della doppietta col ‘suo’ Nacional, nel 1988, gli riuscì infatti quella col Gremio superando nella finale della Libertadores ’83 niente meno che il Peñarol.

Schermata 2015-07-04 alle 14.30.48

Advertisements

About andreaciprandi

Mi chiamo Andrea Ciprandi e sono nato nel 1969. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (di recente riconosciuta dall'AFA e dalla gran parte dei mezzi di comunicazione proprio grazie al suo intervento). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece offre notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece raccolgo tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Scrivo inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. In passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Ho inoltre commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
This entry was posted in idoli and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s