9 contro 11

La finale del campionato 1933, vinta dal Nacional, fu probabilmente la più rocambolesca della storia.

Chiusa a dicembre la stagione regolare primi a pari punti, condizione confermata nel corso del torneo anche dall’aver rispettivamente vinto, pareggiato e perso le tre sfide in calendario, Nacional e Peñarol si giocarono il titolo in un’ulteriore istanza programmata per il successivo maggio.

Al Centenario dunque, di fronte a 42.000 spettatori, il 27 maggio 1934, andò in scena un confronto che già di per sé fu epico per un curioso episodio che si meritò un attributo inequivocabile: Gol de la Valija. Il Carbonero andò infatti in rete però dopo che la palla, all’altezza della linea di fondo, fu mantenuta in campo dalla valigetta di un medico degli avversari lì appoggiata e su cui rimbalzò. A quel punto i giocatori del Tricolor scatenarono una rissa che produsse le espulsioni di Labraga e Nasazzi più con ogni probabilità (non è certo per via della confusione) Chifflet anche in ragione dell’aggressione all’arbitro la cui sostituzione, un’operazione lunga, condusse alla sospensione dell’incontro per sopraggiunta mancanza di luce naturale.

I restanti venti minuti, quindi, si decise che sarebbero stati giocati solo il 25 agosto sempre al Centenario ma stavolta a porte chiuse. Fu proprio questo scampolo di partita a entrare nella storia del Nacional, dato che la squadra tricolor lo affrontò con due uomini in meno (alla fine Chifflet espulso o meno che fosse stato tre mesi prima giocò) e resistette eroicamente anche durante i supplementari mantenendo lo 0-0 perché quella stramba segnatura del Peñarol, alla fine, non era stata messa a referto.

I due rivali tornarono dunque ad affrontarsi il 2 settembre, di nuovo con entrambe le tifoserie anche se in numero leggermente inferiore a maggio (35.000) ma soprattutto in parità numerica. Manco a dirsi, ancora extra time e ancora 0-0.

I gol però alla fine arrivarono, e come pioggia. Fu il 18 novembre sempre al Centenario, alla terza sfida che andò al Nacional col risultato di 3-2 grazie alla tripletta di Héctor Castro e valse chiaramente il titolo – il 12esimo (da notare che il sito di parte Pasión Tricolor riporta una presunta storica rimonta da 0-2 a 3-2 maturata nella ripresa mentre l’andamento delle reti fu 0-1, con cui si chiuse il primo tempo, 1-1, 1-2, 2-2 e 3-2).

Fonte di riferimento più attendibile: The Rec. Sport. Soccer Statistics Foundation

About andreaciprandi

Mi chiamo Andrea A. Ciprandi e sono italiano. Nel corso degli anni ho seguito sia il calcio inglese che quello sudamericano, mentre ultimamente mi sto dedicando in particolare a quello argentino promuovendo iniziative divulgative a riguardo. Faccio parte del Departamento de Relaciones Internacionales del Racing Club di Avellaneda. Fra le collaborazioni più recenti, quella con il Club Atlético Boca Juniors e i Revisionistas Históricos del Fútbol Argentino, gruppo di ricercatori che si dedica fra l'altro alla corretta compilazione delle statistiche del calcio locale a partire da quelle dipendenti dall'equiparazione dei titoli del dilettantismo a quelli del professionismo (riconosciuta dall'AFA ma per lungo tempo negata dalla gran parte dei mezzi d'informazione e di conseguenza anche degli appassionati). In passato ho ideato, inaugurato e curato per alcuni anni il blog italiano di Riverplate.com, sito argentino fra i più popolari del Sud America. Sono titolare di RACINGCLUBITALIA.WORDPRESS.COM e CARBOLSO.WORDPRESS.COM, i primi siti interamente in italiano dedicati rispettivamente al Racing Club di Avellaneda e alla storia di Nacional e Peñarol, di PILLOLEARGENTINE.WORDPRESS.COM che invece fra il 2013 e il 2017 ha offerto notizie in breve e approfondimenti storici sul calcio argentino, e di ANDREACIPRANDI.WORDPRESS.COM in cui invece fino al 2016 ho raccolto tutti i miei articoli con la sola eccezione di quelli di Pillole Argentine, Racing Italia e Carbolso per cui prevedevo una semplice selezione. Calciostruzzo e Calciotradotto (da cui Calciomercato.com ha attinto alcuni articoli) sono stati invece i miei primi spazi personali online. Ho scritto inoltre su Gianlucarossi.it occupandomi prevalentemente di calcio internazionale e FC Inter News per le notizie dall'Argentina. Sempre in passato ho scritto anche per Toro News, Vavel.com di Madrid, Canal Fluminense e Comunità Italiana di Rio de Janeiro, World Striker di New York, la free-press San Siro Calcio, Sportmain.it, Magic Football, Calcioargentino.com e Giornalismo2012. Infine ho commentato il calcio estero per Radio Sportiva e saltuariamente intervengo su Telelombardia/Antenna3 per parlare di quello argentino. Se desiderate contattarmi, fatelo scrivendomi ad andrea.ciprandi@gmail.com o su Twitter @andreaciprandi. Vi risponderò con piacere.
This entry was posted in clásicos and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s